Skip to main content
sullo sfondo nero, ci sono delle onde colorate e brillanti

Sulla cresta delle onde Alfa

1 Gennaio 2024| L’Onironauta

Il sonno è una delle “attività” più importanti della nostra giornata, della nostra vita; senza dormire, non potremmo crescere, evolverci, essere…

Durante il sonno, il nostro cervello impara, elimina, cura l’anima e ristora il corpo e, nel farlo, il cervello produce diverse onde tra cui le onde Alfa (alpha), particolarmente interessanti per gli onironauti. Tuttavia, il compito delle onde alfa è ben più ampio del mero ricordo dei sogni.

In questo post esploreremo la connessione tra le onde alfa, il sonno e sogni; come sfruttarle per stare meglio e raggiungere gradualmente maggiore lucidità nella vita e nei sogni.

INDICE

Cosa sono le onde Alfa (Alpha) cerebrali?

Le onde alfa sono un tipo di onde cerebrali che si attivano mentre riposiamo, in particolar modo quando gli occhi sono chiusi. Vengono misurate dalla regione occipitale del cervello e hanno un ritmo di 8-13 cicli al secondo (Hz).

Il test più comune per misurare le onde alfa (e tutte le altre onde), è l’ elettroencefalogramma (EEG).

Le onde alfa durante la veglia.

L’attività delle onde alfa sono più frequenti nella fase di veglia o mentre si è rilassati ma possono verificarsi anche durante il sonno. La loro presenza durante la veglia ci consente di mantenere chiarezza mentale e uno stato di rilassamento.

Le onde alfa sono generate dal nostro cervello quando siamo in uno stato di allerta ma rilassato e sono tipicamente associate a una sensazione di calma.

A riposo, il cervello produce onde alfa a una frequenza costante di 8-12 Hz. Tuttavia, quando ci impegniamo in qualche attività, la frequenza delle onde alfa inizia a fluttuare.

Per stimolare la produzione di onde alfa mentre si è svegli, si possono praticare tecniche di mindfulness come nuoto consapevole, meditazione, respirazione profonda e yoga terapeutico.

Le onde alfa durante il sonno.

Le onde alfa sono più frequenti nella fase di veglia o mentre si è rilassati ma possono verificarsi anche durante il sonno quando siamo nella fase sonno REM (movimento rapido degli occhi.

Questo fenomeno è noto come “attività alfa” o “blocco alfa“.

Durante la fase del sonno, le onde alfa cambiano frequenza e rallentano passando da frequenze di 8-12 Hz a 4-7 Hz.

Quando le onde alfa compaiono durante il sonno, il corpo è in uno stato rilassato e il cervello accede a livelli di coscienza più profondi, aumentando anche la vividezza dei sogni (sogni lucidi).

Un’ondata di creatività, coscienza e autostima.

L’attività delle onde alfa è molto importante per lo sviluppo della creatività, la riduzione dei sintomi della depressione e la gestione del dolore cronico.

Diversi studi dimostrano quando siamo in uno stato rilassato, il nostro cervello è in grado di collegare le idee più rapidamente ed elaborare le informazioni in modo più efficiente, portando a livelli più elevati di creatività e risoluzione dei problemi e a maggiori livelli di stabilità emotiva e autostima.

Tuttavia, anche le onde alpha possono recare disturbi al sonno; l’interruzione dell’attività alfa può rendere difficile il rilassamento e ridurre la qualità del sonno, portando all’affaticamento. Un esempio di interruzione cronica dell’attività alfa è l’anomalia alfa-EEG nelle persone con fibromialgia. Questa condizione comporta un livello anormale di attività alfa che interrompe il sonno e peggiora i sintomi del dolore.

Le onde Alfa: i nostri messaggeri con il subconscio.

Come sopra descritto, le onde alfa sono associate a stati di coscienza rilassati che facilitano sogni più vividi; le onde alfa ci permettono di mantenere più attivo il livello di coscienza mentre sogniamo, dandoci la possibilità di navigare il nostro sogno e, a livelli più avanzati, di prenderne il controllo.

La presenza di onde alfa durante il sonno ci rende più aperti a ricevere e interpretare le informazioni dei nostri sogni, permettendoci di comprenderne meglio i messaggi sottostanti e accedere a informazioni sul nostro subconscio. Per sapere che suono hanno le onde alfa, prova ad ascoltare questa musica basata sulle onde alfa.

Sfrutta l’onda alfa…

E se riuscissimo a sfruttare le onde alfa per indurre i sogni lucidi ed entrare nello stato mentale ottimale di “Flusso“? Potremmo governare i nostri sogni, curarci, apprendere ed aumentare la nostra autostima. Anche se può sembrare fantascienza è in realtà possibile.

Da dove iniziare? L’allenamento graduale è la parola d’ordine, come in tutte le cose del resto. Non si può pensare di diventare esperti di uno strumento che possediamo ma di cui non conosciamo il funzionamento:

  • Per prima cosa è importante allenare la nostra consapevolezza nello stato di veglia con attività di mindfulness.

    Sapere dove ci si trova ed essere presenti nel momento è la chiave di tutto e il punto di partenza; senza consapevolezza non possiamo “svegliarci” nè nella realtà nè nei sogni.
  • Di pari passo con all’allenamento mindfulness è stabilire una routine della buonanotte in modo che il corpo inizi ad anticipare l’addormentamento. Un ottimo modo potrebbe essere quello di fare un bagno o una doccia calda, meditare, leggere un libro o qualsiasi altra attività che faciliti il rilassamento; fondamentale anche creare un ambiente che favorisca il relax: la stanza deve essere buia, silenziosa e a una temperatura confortevole.
  • Assicurati di dormire a sufficienza. Cerca di andare a letto e svegliarti alla stessa ora tutti i giorni, anche nei fine settimana. Evita gli schermi e la caffeina a fine giornata, poiché entrambi possono interferire con il ciclo del sonno.
  • Cerca di mantenere bassi i livelli di stress (è una parola…).
    Gli ormoni dello stress, come cortisolo e adrenalina, possono interferire con la produzione di onde alfa. Per aiutare a ridurre lo stress, pratica esercizi di respirazione profonda, yoga o nuoto consapevole.
  • Leggi il post “Onde alfa per indurre i sogni lucidi ed entrare nel Flusso”.

BIBLIOGRAFIA

  1. Alpha Wave – an overview | ScienceDirect
  2. What Are Alpha Brain Waves and Why Are They Important? | Healthline